Archives November 2019

Come investire online con 500 euro

Come investire online con 500 euro

Sei riuscito ad accantonare una piccola somma di denaro e, anziché spenderla, stai pensando di investirla e farla fruttare? Sicuramente è una buona idea, soprattutto più saggia che spendere tali soldi nell’ultimo modello di smartphone. Sicuramente sarai timoroso e con la paura di perdere i tuoi risparmi, motivo per cui è opportuno chiarire subito un fattore: investire senza rischio non è possibile. Con questi presupposti vediamo insieme come investire al meglio online 500 euro.

Investire in formazione personale

Investire in formazione è probabilmente l’unica forma di investimento priva di qualsiasi rischio, a patto di avere il tempo a disposizione per seguire tale formazione. Qualsiasi competenza aggiungerai al tuo bagaglio, potrà tornarti utile in un prossimo futuro e offrirti una possibilità in più per aumentare i tuoi guadagni. In questo caso non corri il rischio di perdere nulla: nella peggiore delle ipotesi, ti sarai arricchito comunque a livello personale. Online ti sarà possibile trovare moltissimi corsi di qualità, sia per sviluppare una nuova competenza che per approfondirne altre. Se ti mancano le idee, ricorda che molti di questi corsi potranno insegnarti proprio come e dove investire.

Investimenti a basso rischio

Investimenti a basso rischio

Come anticipato, eccezion fatta per la formazione, qualsiasi investimento presuppone un fattore di rischio, tanto più alto quanto più grande sarà la possibilità di profitto. Avere a disposizione un capitale di 500 euro non lascia molte possibilità all’orizzonte, quindi il consiglio primario è quello di diversificare per ridurre al minimo i rischi. Ogni errore comprometterà una parte troppo importante del capitale che hai a disposizione. Se non te la senti di rischiare quindi, potresti optare per i buoni fruttiferi postali oppure i conti deposito. Ovviamente ad un basso rischio, corrisponde anche un basso rendimento, in questo caso compreso tra lo 0,2% e il 4%.

Il trading online

Tra le forme di investimento, troviamo sicuramente il trading online, anche se in questo caso il rischio aumenta, così come la possibilità di rendimento. C’è chi del trading online ne ha fatto una professione, ma non certamente improvvisandosi. Per cominciare questo tipo di attività, se fatta in maniera oculata, 500 euro potrebbero essere sufficienti, ma dovrai prestare attenzione ad un dettaglio: non è un gioco e non lo dovrai trattare come tale.

Con questo presupposto dovrai per prima cosa studiare il mondo del trading, magari come anticipato anche seguendo dei corsi. In seconda battuta, alcune piattaforme mettono a disposizione degli strumenti per prendere familiarità, come:

• Conti demo gratuito. Quasi tutti i broker regolamentati offrono l’opportunità di aprire un conto demo gratuito, dove ti sarà possibile simulare il trading senza mettere subito a rischio i tuoi 500 euro, cosa che avverrà solamente quando ti sentirai sicuro.

• Social trading. Alcune piattaforme di trading online, oltre ai conti demo, offrono la possibilità di fare social trading e copy trading. Nel primo caso avrai la possibilità di confrontarti con altri investitori, per mettere a punto delle strategie ed evitare di ripetere gli errori commessi da altri. Nel caso del copy trading invece, potrai direttamente copiare le strategie dei trader professionisti.

Migliori investimenti per il 2020

Migliori investimenti per il 2020

Diventare ricchi al giorno d’oggi non è semplice, a meno di non avere la fortuna di ricevere un’eredità improvvisa o vincere qualche lotteria. L’unico modo per migliorare le proprie condizioni economiche quindi, è quello di investire i capitali a disposizione al fine di ottenerne un rendimento ed aumentare tale ricchezza. Ovviamente un investimento non è una certezza di guadagno, ma solamente un’opportunità dati i rischi tipici di perdere il proprio capitale. Con questi presupposti, vediamo insieme quali sono i migliori investimenti per il 2020.

Investire nel settore immobiliare

Investire nel settore immobiliare

Nonostante la crisi che attanaglia il nostro Paese da oltre un decennio, quello dell’investire nel mattone è un evergreen per moltissimi italiani. Ovviamente negli ultimi anni la situazione è mutata moltissimo nel mercato immobiliare, ma trarre un profitto è ancora possibile. Per questa tipologia di investimento ovviamente il capitale a disposizione deve essere cospicuo, ma si potranno trarre dei profitti in due modi:

• Dalla rivendita dell’immobile quando questo avrà preso valore dopo qualche anno. Molte persone negli ultimi anni tra l’altro, hanno investito acquistando immobili che necessitavano di ristrutturazione, oppure dei rustici. Dopo aver effettuato i lavori necessari, l’immobile viene messo in vendita ad un valore più alto, in grado di coprire il costo di acquisto, quello dei lavori e il margine di guadagno.

• Dall’affitto dell’immobile. Acquistare ad esempio un’appartamento per metterlo in affitto ed avere una rendita mensile, è sicuramente una buona idea, a patto di avere i capitali necessari per diversificare. Meglio più appartamenti di piccole dimensioni, che uno solo di grandi metrature. I motivi sono piuttosto semplici: il totale degli importi, nel primo caso sarà più alto che in quello del singolo appartamento. Anche il rischio sarà più basso, perché nel caso un inquilino dovesse diventare moroso, si continuerà a percepire gli affitti dagli altri locali.

Investire nel vino e nell’arte

Investire nel vino e nell'arte

Chiariamo subito un aspetto importante: investire nel vino e nell’arte è possibile solamente a patto di essere dei veri intenditori di questi settori. Improvvisarsi non è consentito, a meno di non voler buttare al vento i propri capitali. Con questi presupposti però, vino e arte sono due settori per cui l’Italia è famosa davvero in ogni angolo del globo, con cui è possibile realizzare dei profitti notevoli.

Per quanto riguarda il vino, le cantine con produzioni di qualità sono moltissime. Tali cantine offrono la possibilità di acquistarne uno relativamente recente per poi lasciarlo invecchiare e rivenderlo ad un prezzo più alto dopo qualche anno. Controindicazioni? Oltre al capitale per il vino, si dovrà averne disponibile anche per i locali dove conservare il vino e tali capitali rimarranno fermi per qualche anno senza fruttare nulla.

Discorso simile a quello del vino, lo si può fare per le opere d’arte, con un’aggravante: è richiesta una dose più alta di fortuna. Nonostante si possano avere difatti delle buone competenze nel settore, non è detto che quella determinata opera, seppur di qualità, acquisti realmente valore. Il mercato delle opere d’arte è soggetto a delle variabili particolarmente aleatorie. Il rischio è quello di ritrovarsi in mano un oggetto privo di qualsiasi valore e di aver perso di conseguenza il capitale.

Dove Investire online in modo sicuro

Dove Investire online in modo sicuro

Dove investire online i propri soldi in modo sicuro? Le possibilità per farlo sono molteplici, partendo dal trading online con cui è possibile appunto investire in criptovalute, nel forex, nei CFD, nelle materie prime e molto altro ancora. È però opportuno fare una precisazione: nessuna forma di investimento potrà garantire il 100% delle possibilità di trarne un profitto, perché il rischio di perdere i propri capitali è sempre concreto. Con questo presupposto è però possibile adottare alcuni accorgimenti, cercando di minimizzare tale rischio.

Investire nel trading online: conviene?

Il trading online è una delle forme di investimento più in voga del momento, e i motivi di tale successo sono piuttosto semplici. In prima battuta troviamo la possibilità di cominciare a fare trading anche con capitali contenuti, senza mettere a rischio i risparmi di una vita. Alcuni broker di trading online permettono depositi minimi davvero contenuti, in alcuno casi di poche decine di euro.

Investire nel trading online: conviene?

In secondo luogo, gli strumenti necessari per poter fare trading, sono modesti e alla portata di tutti: un computer o uno smartphone e una buona connessione internet. Tutta questa semplicità però non deve essere confusa con la facilità di trarre profitti. Ci troviamo di fronte a una grande opportunità ma che non dovrà essere colta con superficialità. Al contrario prima di muovere i primi passi e rischiare il proprio denaro, è opportuno formarsi adeguatamente sul settore. A seconda della piattaforma scelta, sarà possibile investire in criptovalute, nel forex, nelle materie prime e molto altro ancora.

Dove investire nel trading?

Con impegno e dedizione, investire nel trading potrebbe diventare una vera e propria professione e non un’operazione da effettuarsi una tantum. Uno dei modi maggiormente adottati dalle persone per effettuare investimenti online, è quello di farlo nelle criptovalute. Queste monete virtuali sono nate come alternative alle tradizionali valute nazionali, con la finalità decentralizzare quello che è il sistema monetario. Quello delle monete virtuali è sicuramente un mondo molto complesso che merita di essere approfondito, e che offre molteplici possibilità di guadagno.

Dove investire nel trading?

Un’altra forma di investimento online possibile, è il trading forex, mercato attraverso il quale è possibile commerciare diverse valute. Tale forma è caratterizzata da:

• Costi operativi bassi

• Guadagni potenzialmente commisurati al tempo dedicato all’attività.

• Regole tecniche molto precise.

• Volatilità e liquidità elevate, seppur questo dato dipenda dalla coppia di valute nella quale si investe.

Investire in obbligazioni

Un altro settore che sta riscuotendo un buon successo, è quello delle obbligazioni. Anche in questo caso, i motivi della loro notorietà sono presto spiegati: sono una forma di investimento piuttosto sicura, fermo restando che il successo sicuro come al solito non è garantito. Per investire in obbligazioni, meglio evitare i prodotti offerti dal sistema bancario, che negli ultimi anni è quello che ha fatto registrare in borsa le peggiori performance. Per investire in tal senso quindi, è sempre opportuno rivolgersi ad una piattaforma regolamentata ed autorizzata ad operare.